Travel shopping a Milano: il quadrilatero del lusso e gli altri quartieri della moda

Di / 27 Luglio 2022 Life gallery, Moda Nessun commento
travel-shopping-a-milano-il-quadrilatero-del-lusso-e-gli-altri-quartieri-della-moda

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Travel shopping a Milano: il quadrilatero del lusso e gli altri quartieri della moda

Tutti noi conosciamo il peso culturale di Milano nel bilancino nazionale e non solo, ed è altrettanto noto il suo ruolo di primissimo piano nel settore della moda e dello shopping.

Il capoluogo lombardo, non a caso, viene visitato ogni anno da milioni di turisti stranieri e italiani per merito del suo famoso quadrilatero del lusso.

Un quartiere nel centro di Milano delimitato da Via della Spiga, Via Manzoni, Corso Venezia e Monte Napoleone.

travel-shopping-a-milano-il-quadrilatero-del-lusso-e-gli-altri-quartieri-della-moda

Daniel-Case-Wikimedia-Commons

In sintesi, Milano è una meta imperdibile per chi ama la moda e lo shopping.

Il valore storico di Milano come capitale della moda in Italia

Milano ha una lunga e ricca tradizione nel settore fashion, ed è per questo che viene considerata la capitale della moda italiana.

Per secoli, la città ha ospitato alcuni degli stilisti più talentuosi e innovativi del mondo, da Gianni Versace e Giorgio Armani, fino ad arrivare a Miuccia Prada e a Dolce & Gabbana.

travel-shopping-a-milano-il-quadrilatero-del-lusso-e-gli-altri-quartieri-della-moda

Wikimedia Commons @GianAngelo Pistoia

La città ospita anche alcune scuole di moda di fama mondiale, come l’Istituto Marangoni, che ha prodotto alcuni dei più talentuosi stilisti degli ultimi decenni.

Istituto_Marangoni_

Dai primi giorni dell’alta moda italiana alla scena della moda contemporanea, Milano è sempre stata all’avanguardia, e rappresenta ancora oggi un faro per tutti gli appassionati e i professionisti che operano in questo settore.

Milano è anche la sede di molti eventi di fama internazionale, come la Settimana della Moda e il Salone del Mobile. In sintesi, non stupisce il fatto che – almeno in Italia – Milano rappresenti un punto inarrivabile nell’ambito del fashion e dello shopping.

I quartieri della moda e dello shopping a Milano

Se si è interessati alla moda e allo shopping, Milano è il posto giusto.

Questa città ospita infatti diversi quartieri famosi per il loro ruolo nel mondo fashion, ognuno con uno stile e un’atmosfera unici.

Il Quadrilatero d’Oro, o Quadrilatero della Moda, è forse il più noto dei quartieri di Milano.

In quest’area si trovano i negozi delle grandi firme della moda italiana (e non solo), in cui è possibile acquistare capi di haute couture, borse e scarpe di lusso all’ultima moda; non a caso moltissime stelle del cinema italiano e alcuni influencer effettuano le loro sedute di shopping proprio in queste strade.

Lo shopping di lusso va comunque oltre gli abiti firmati: il capoluogo lombardo, infatti, è la città perfetta per acquistare anche altri articoli di elevatissimo valore, come gioielli ed orologi pregiati delle grandi marche, come ad esempio Patek Philippe, Rolex e Tudor, brand di gran classe reperibili presso alcuni negozi di orologi a Milano, alcuni dei quali offrono anche una selezione di accessori second hand di  inestimabile valore.

Anche il quartiere di San Babila merita una visita, per merito della presenza di alcuni grandi magazzini di lusso.

Infine, conviene visitare pure via Torino, i Navigli, via Brera e via Dante. Si parla di zone e di strade che ospitano alcune delle boutique di lusso più famose di Milano, e che meritano dunque un posticino al sole nel nostro itinerario votato allo shopping.

Redazione

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.