Val Masino, una favola di granito immersa nella natura

val-masino-una-favola-di-granito-immersa-nella-natura

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Val Masino una favola di granito immersa nella natura

Val Masino, oltre ad essere il nome di un comune di soli 883 abitanti della provincia di Sondrio, è anche il nome della valle che corre parallela alla Valtellina in una stupenda cornice naturale della Lombardia.

Questa valle appare come un’isola di granito nel cuore delle Alpi: si eleva circondata da una catena di cime che la fanno sembrare un castello, con torri dalle varie forme collegate da bastioni merlati e sostenute da contrafforti frastagliati, cuspidi e pinnacoli emergenti dalla cresta affilata come lame taglienti addossate ad enormi muraglie.

Sembra di vivere in una fiaba ma si tratta della dura,

aspra e difficile montagna che ha fatto da scuola

ad un grande alpinista come Walter Bonatti

val-masino-una-favola-di-granito-immersa-nella-natura

Questa sequenza di rocce grigie si raccorda ad oriente con quelle bruno-rossastre del gruppo del Monte Disgrazia, introducendoci in un mondo nuovo e diverso dall’aspetto quasi lunare.

La Val Masino è da sempre palestra per rocciatori, per chi desidera vivere appieno la sua scenografica natura fatta di cime quasi tutte oltre i 3000 metri di altezza, con laghetti, cascate e corsi d’acqua come specchi magici e suggestivi. Qui è come vivere in un incantesimo, nel silenzio della natura o nel gioioso sciabordio delle acque cristalline dei suoi torrenti e delle sue cascate.

Durante le passeggiate sui percorsi che partono e ritornano dai centri abitati, dai modesti dislivelli, adatte a tutta la famiglia, inclusi bimbi e anziani, si scopre una dimensione più dolce della montagna, pur circondati da una natura selvaggia.

val-masino-una-favola-di-granito-immersa-nella-natura

Tra le escursioni, tutte molto belle e adatte a chiunque, vi sono: l’esplorazione della Foresta dei Bagni di Masino e della Val di Mello, quella dai colori inconsueti di Predarossa oppure la ciclabile che collega le frazioni di Cataeggio e Filorera a quella di San Martino e che attraversa in lungo l’intera area dominata dal Sasso Remenno.

Poi a bordo di un gommone ci si può avventurare in una “River Trekking”, lungo il fiume Masino, attraverso l’omonima Valle tra una osservazione guidata della flora circostante, immersi in un ambiente ecologicamente incontaminato

Val Masino e la donna selvatica

In questo ambiente fiabesco non sarà difficile incontrare la “Màta Selvàdega”, una donna selvatica che, solitaria, abitava queste rive e che la leggenda vuole che venisse sconfitta dall’astuzia di un bel giovanotto…

Sempre in questa atmosfera ci si può inoltrare nella foresta regionale della valle dei Bagni di Masino, alla ricerca di un po’ di refrigerio in una escursione estiva, vagando tra altissimi abeti e grandi faggi secolari lungo sentieri e antiche mulattiere.

Nell’incontaminata Val di Mello, riserva naturale protetta fin dal 2009, sarà invece il “Gigiat”, mitico animale dalle sembianze umane ma dotato di un folto pelo e lunghe corna, a farci da guida, portandoci alla scoperta di angoli decisamente magici, che forse anche la sua leggenda ha contribuito a mantenere ‘intatti’.

Il sentiero di fondovalle della Val di Mello porta alle grandi pareti di granito, una volta una vera e propria barriera per i “Melàt”, gli abitanti stagionali della valle che in estate salivano con il bestiame fino a 2000 metri. Oggi queste pareti sono lo stupendo terreno d’azione degli alpinisti, una palestra naturale di arrampicata e di bouldering. Una cosa però è molto importante: fate attenzione a rispettare la montagna altrimenti il “Gigiat” è pronto a punirvi.

val-masino-una-favola-di-granito-immersa-nella-natura

Comunque il buon caprone dalle sembianze umane è disposto a condurre i trekkers più esperti lungo il Sentiero Roma, un susseguirsi di passi, valli e rifugi tra i 2500 e 3000 metri, attraverso maestosi scenari, al cospetto di picchi verticali slanciati verso il cielo blu. Una delle più celebri Alte Vie delle Alpi, terreno di sfida per i più forti atleti nel Trofeo Kima, vera e propria leggenda dello skyrunning.

Insomma, una Val Masino da fiaba tra escursioni adatte a tutti, trekking, arrampicate e buldering per i più esperti

Per saperne di più sulle possibilità di soggiorni, ristorazione ed escursioni per l’ estate 2020 potete contattare il sito www.valmasino.info oppure chiamare il numero di telefono +39 334 39 99 708.

photo-credit copertina Pixcube.it

Vittorio Lissari

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.