Arona: città-palcoscenico e Teatro sull’acqua

Arona-Teatro-Acqua

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Arona: città-palcoscenico e Teatro sull’acqua.

Con la direzione artistica di Dacia Maraini si apre il 5 settembre l’ottava edizione de il Teatro sull’Acqua – headline: rendere possibile l’inaspettato – ed è inaspettato, per chi non conosce Arona, scoprire una città lacustre (spesso abbinata all’idea di un’atmosfera dolce e malinconica) così viva.

Arona-

Frequentata tutto l’anno, non solo d’estate – speciale il Natale aronese – vivace, ricca di eventi culturali, turistici, sportivi (tra gli altri Aronamen) e commerciali. Una località che si evolve con entusiasmo, una delle doti del sindaco Alberto Gusmeroli che ha trasformato la città sul Lago Maggiore grazie a continue iniziative culturali e sociali, ad una grande attenzione al recupero storico, archeologico e all’abbellimento urbanistico. Come racconta nel suo piacevole libro ‘Cambiare il mondo si può’ (in vendita su Amazon).

Uno degli eventi da non perdere, dal 5 al 9 settembre è il Teatro sull’Acqua.

Con un’anteprima, martedì 4 settembre, dedicata alla presentazione del nuovo romanzo di Dacia Maraini “Tre donne”. Nel programma Fuori Festival, domenica 23 si terrà un incontro con Gino Strada e Shirin ʿEbādi, avvocato e pacifista iraniana, premio Nobel per la Pace 2003.

Lo spettacolo sull’acqua.

Dacia Maraini, in solitudine davanti al lago, chiama Rossini. E la sua immaginazione ci regala un artista invecchiato ma sempre appassionato, alle prese con un pianoforte. E sotto l’ombra del San Carlo di Arona, Rossini evoca la Napoli del suo San Carlo. Siamo all’inizio dell’ottocento, si respira Teatro dappertutto, e nel Porto Antico di Arona il Teatro si materializza: la Prima da allestire, tra impresari improbabili, le audizioni, un pianista, le arie cantate dalle donne al mercato. E i pescatori, i mercanti, i marinai, costruttori di macchine teatrali. Il Teatro nel teatro, il teatro tra la gente e con la gente. Il Teatro sull’Acqua, è l’unico esempio italiano di produzioni teatrali sull’acqua, e si confronta a livello internazionale con l’Opéra on the Lake del Bregenz Festival (Austria) e il Teatro delle Marionette d’Acqua di Hanoi (Vietnam). Il Teatro sull’Acqua fa parte del progetto di rete “Le Vie d’Acqua – I Festival del Lago Maggiore” sostenuto da Compagnia di San Paolo. Repliche 6, 7 e 8 settembre, alle 21.15.

Ma tutta la città è un teatro, non solo il lago: strade, piazze, ristoranti e caffè diventano palcoscenici con gli artisti e gli spettacoli itineranti. Torna il teatro di Sista Bramini e la compagnia O Thiasos Natura con “La centaura”, lo spettacolo lungo le mura antiche di Arona, scritto da Dacia Maraini, con protagoniste una Donna cavallo e Alice nel Paese delle Meraviglie, a raccontare la storia della città. Alle 19.40, da martedì 4, e in replica 5, 6 ,7 e 8 settembre.Arona-Teatro-Acqua

Nelle piazze e vie di Arona, per cinque giorni, sarà possibile incontrare artisti di strada di fama internazionale, quali i Giullari del 2000 con “Le statue viventi”, il duo Milo e Olivia con lo spettacolo “On the road”, e la scuola di circo Chapitombolo.

E poi il Teatro à la carte di Franco Acquaviva: nei bar e ristoranti della città, speciali menu composti da monologhi, dialoghi e performance teatrali da gustare al tavolo, come prelibate pietanze, il 6, 7 e 8 settembre, sempre alle 18.30.

Visite guidate teatrali, a cura della compagnia Teatro e Società che accompagna il pubblico nei luoghi storici, artistici e paesaggistici di Arona. Sabato 8 e domenica 9, alle 11.00 e 15.30.

Infine gli incontri con gli autori in dialogo con Dacia Maraini, tutti i giorni alle 16.45 e 18.15. “Le parole e il sacro”. Di questo si parlerà con Massimo Cacciari e Maria Pia Veladiano, ma si ricorderanno anche gli ottant’anni dalle Leggi razziali del 1938 con la vincitrice del Premio Strega Giovani Lia Levi. E ancora, Alessandro Robecchi, il risorgimento siciliano di Simona Lo Iacono, e le origini della casa editrice Adelphi. Anche Daria Bignardi e Paolo Giordano saranno ospiti del festival, e Marco Balzano, finalista al premio Strega 2018.

E le rappresentazioni negli ‘interni’ di Arona. La rinnovata Sala Polivalente San Carlo accoglie il Teatro di Emma Dante con lo spettacolo “La scortecata”. Spettacolo unico domenica 9 alle 15.30.

La magnifica, settecentesca Villa Ponti, è da sempre la sede ideale per i monologhi teatrali, e qui, mercoledi 5 alle 20, si mette in scena “Modern Familiy 1.0”della compagnia milanese Le Brugole, in un’ironica rappresentazione della famiglia e delle coppie del nostro tempo. Migranti e migrazione: Davide Enia con il suo spettacolo “Scena dalla frontiera”, giovedì 6 settembre alle 20. In “Cammelli a Barbiana. Don Lorenzo Milani e la sua scuola”, Luigi D’Elia racconta uno dei maestri più rivoluzionari del dopoguerra italiano. Venerdì 7 alle 20.

Il festival ha deciso di inaugurare la sezione “Teatro under 35” con la compagnia indipendente Teatro Presente, che sabato 8 settembre alle 11,30, al Palacongressi Salina, mette in scena “The hard way to under stand each other”. Sempre al Palacongressi La compagnia milanese Òyes, domenica 9, alle 11.30, propone “Vania’. Una drammaturgia costruita a partire dai temi e dai personaggi principali di “Zio Vanja’.

Teatro di nuova drammaturgia con lo spettacolo “Delirio Bizzarro”: confronti e dialoghi  con pazienti di strutture psichiatriche. Sabato 8 settembre, 15.30, sala Polivalente San Carlo.

Ricola sostiene di nuovo il Festival del Teatro sull’Acqua! 

Tra gli sponsor, anche in questa edizione, Ricola che offrirà a tutto il pubblico del Festival le caramelle alle 13 erbe, compreso l’ultimo gusto lanciato dall’azienda, Herb-Caramel. “Ricola offre i suoi prodotti, buoni di Natura, al pubblico di Il Teatro sull’Acqua per deliziare i palati durante le rappresentazioni in programma.” spiega Luca Morari, Amministratore Delegato Divita srl, azienda che dal 2006 distribuisce le specialità Ricola in Italia. L’azienda svizzera leader nella produzione di specialità alle erbe, oltre all’amore per l’ambiente e all’attenzione per le materie prime, è vicina al mondo della cultura e dell’arte dando la possibilità agli spettatori di gustare i prodotti Ricola in un contesto di bellezza.

www.teatrosullacqua.it

Chiara Bettelli Lelio

Assistente psicologa, direttore di psicodramma moreniano e counselor in sessuologia clinica di FISS (Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica), è giornalista professionista nell’area del benessere psico-fisico. E’ esperta in consulenze su difficoltà individuali e di coppia riferite a disturbi psico-sessuali o a problemi relazionali.

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.