A Bormio Capodanno in quota: festeggiamento in pista

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

A Bormio Capodanno in quota: festeggiamento in pista

A Bormio Capodanno: si festeggia in quota, sulle piste da sci ma anche nella magia di un antico borgo imbiancato, dove la storia secolare dei palazzi avvolge i visitatori con luci e usanze che fanno compiere un suggestivo viaggio nel tempo. Montagna e tradizioni, con avvincenti eventi sciistici!

Si inizia con una passeggiata nello splendido centro storico del paese, che offre uno scenario affascinante.

a-bormio-capodanno-in-quota-festeggiamento-in-pista

Veduta di Bormio – ph. RobyTrab

Aggirarsi tra le sue viuzze illuminate a festa, tra dimore storiche con i portoni intarsiati e gli affreschi che spuntano sulle facciate, entrare nelle accoglienti stube in legno, permette di immergersi in una atmosfera d’altri tempi: in quella che per 700 anni è stata una piccola democrazia comunale al centro delle Alpi.

Senza dimenticare, infine, le calde acque termali dei centri di Bormio Terme – Bagni Nuovi e Bagni Vecchi – conosciute fin dai tempi degli antichi Romani.

Tutti in pista con le tradizioni fiaccolate

Per i veri addicted dello sci, nel comprensorio di Bormio il 2024 si aspetta in pista.

a-bormio-capodanno-in-quota-festeggiamento-in-pista

Skialp – ph. outdoor studio

Qui, in attesa delle Olimpiadi invernali del 2026, tornano anche quest’anno gli appuntamenti del 31 dicembre sulle piste Stelvio di Bormio, Cevedale di Santa Caterina e Doss Alt di Valdidentro, per una festa spettacolare ed emozionante.

Si comincia alle ore 17.00 con una suggestiva fiaccolata e, una volta arrivati, si attendono tutti insieme i bagliori colorati dello spettacolo pirotecnico. I partecipanti comporranno la lunga lingua di fiaccole che illuminerà le piste del comprensorio, scegliendo ognuno quella in cui festeggiare il Nuovo Anno.

a-bormio-capodanno-in-quota-festeggiamento-in-pista

Ci si può cimentare con la pista Stelvio, una delle più affascinanti e tecniche al mondo, e dalla quale si gode la bellissima vista sulla conca di Bormio. La Stelvio è la discesa leggendaria dei grandi campioni che nel 2026 ospiterà, oltre alle gare di sci alpino, per la prima volta come nuova disciplina olimpica anche lo sci alpinismo.

Per una discesa divertente e panoramica si potrà scegliere la Cevedale di Santa Caterina Valfurva, o la pista Doss Alt di Valdidentro, la più lunga di San Colombano – Cima Piazzi.

Dopo un’emozione adrenalinica in pista, il Capodanno sarà sfavillante con lo spettacolo dei fuochi d’artificio ad illuminare di magia il bianco paesaggio del comprensorio.

A San Vigilio, in Val Badia, inizia invece alle ore 18.00 l’attesa del Nuovo Anno tutto da godere sotto il cielo stellato, contornato dall’incantevole panorama innevato. Ci si ritrova al fondo della pista Erta per ammirare la spettacolare fiaccolata dei maestri e degli allievi delle scuole di sci e il particolare show con i gatti della neve.

Il Countdownparty sarà in centro paese (al Padiglione San Vigilio) per salutare tutti insieme il 2024. Nel frattempo ci si potrà godere fino a tardi i mercatini e i chioschi di degustazioni che prolungheranno l’orario di apertura.

A Bormio Capodanno, ma anche per l’arrivo della Befana

Si gioca al Gabinát!

Un gioco che fin dal mattino presto del 6 gennaio tutti fanno per strada incontrandosi… il Gabinát! – dal tedesco “Nacht der Gaben”= notte dei doni.

Per tutto il giorno i bambini – ma la cosa non dispiace nemmeno agli adulti – salutano coloro che incontrano esclamando: “Gabinat!”. Un gioco di velocità: vince il primo che riesce a pronunciare la parola “Gabinat!”.

Solitamente vengono donati dolci, frutta secca o piccoli oggettini simpatici.

Gioco che vive fin da tempi antichissimi e secondo una tradizione importata probabilmente dalla Baviera.

Tutti gli eventi sul calendario qui: www.bormio.eu/it/calendario-eventi

Redazione