Aria di San Daniele: picnic in 4 dimore storiche italiane

Aria di San Daniele: picnic in 4 dimore storiche italiane

Il Consorzio del Prosciutto di San Daniele lancia Aria di San Daniele Pic-Nic.

Un’esclusiva esperienza – da vivere tra gusto e cultura in ville e dimore storiche – che si declina in 4 tappe: Torino, Firenze, Roma e Napoli. Un nuovo tour del Consorzio del Prosciutto di San Daniele che ha preso il via il 16 luglio.

Con la ripresa delle attività il Consorzio avvia un’iniziativa diffusa sul territorio per riprendere la narrazione e conoscenza del Prosciutto di San Daniele, delle sue peculiarità e delle sue straordinarie qualità.

aria-di-san-daniele-picnic-in-4-dimore-storiche-italiane

Il prosciutto di San Daniele ha tre soli ingredienti: cosce di suino italiano selezionate, sale marino e il microclima di San Daniele. Non viene utilizzato nessun additivo o conservante. I suini sono alimentati secondo una dieta a base di cereali nobili e siero di latte e allevati con metodi che rispettano il benessere degli animali.

Si tratta di un’importante occasione per riprendere il contatto con i consumatori nelle occasioni di convivialità che da sempre il Prosciutto di San Daniele rappresenta.

Un pic-nic in una prestigiosa location storica,

gustando prodotti e cibi

di prima qualità Made in Italy.

A fare da suggestivo scenario all’iniziativa ci saranno i parchi e i giardini botanici di quattro dimore storiche: il Castello di Collegno a Torino, Villa Viviani a Firenze, Villa dei Cesari a Roma e la Terra degli Aranci a Napoli.

I partecipanti riceveranno un cestino per due persone dentro al quale troveranno prodotti tipici del territorio, bevande e una degustazione di Prosciutto di San Daniele.

Ognuno avrà un plaid riservato, posizionato in modo da garantire un adeguato distanziamento interpersonale.

Le tappe di Aria di San Daniele

Castello di Collegno

Il primo evento “Aria di San Daniele pic-nic” si è svolto presso l’esclusivo Castello di Collegno, situato all’interno di un parco secolare alle porte di Torino.

Le origini dell’antico e maestoso Castello (ma accogliente come una casa) Guidobono Cavalchini fu edificato da Umberto III il Beato di Savoia verso il 1171.

Il nucleo originario (che comprendeva cinque torri a pianta circolare a cui si accedeva da un ponte levatoio) nel corso dei secoli ha subito diversi rifacimenti e ampliamenti.

Il Castello con il Feudo di Collegno appartenne al ramo dei Principi d’Acaja di Casa Savoia, Conti di Collegno, fino all’estinzione. Carlo Emanuele I Duca di Savoia concesse il Feudo a Giovanni Francesco Provana di Carignano primo Conte Provana di Collegno.

L’antico Castello rimase di proprietà della famiglia Provana fino al 1878 quando Luisa, ultima discendente del ramo primogenito del Casato, sposò Alessandro Guidobono Garofoli, Barone del S.R.I. Conte di Sciolze e Signore di Carbonara, di antichissima famiglia tortonese.

Il Castello entrò così a far parte di questa famiglia, i cui discendenti vi risiedono tutt’oggi. Uno di questi ci accompagnato nella visita delle stanze.

Villa Viviani

Il secondo appuntamento è programmato per il 22 luglio nei giardini di Villa Viviani, a Firenze, una struttura del Quattrocento immersa nel verde di un parco storico del capoluogo toscano.

Villa Viviani nasce nel 1200, quando la famiglia Tanagli ha deciso di costruire una casa da signore del popolo a Santa Maria a Settignano, sopra Firenze. Una vera e propria dimora di lusso, dove dall’alto avrebbe avuto il privilegio di godere delle bellezze che la città gigliata offre ogni giorno.

La sua posizione privilegiata le fece guadagnare in breve tempo l’appellativo di “Belvedere“. Villa Viviani ha subito parecchi passaggi di proprietà, prima i Morei, una casata vicino alla realtà nobiliare della famiglia Medici poi a quella della famiglia Cerretani nel sedicesimo secolo.

Poi la dimora storica passò per eredità ai Viviani della Robbia. Fu proprio quest’ultima, la famiglia Viviani,n a concederne l’uso nel 1892 allo scrittore Mark Twain.

Villa dei Cesari

La terza tappa è in programma il 16 settembre nella Villa dei Cesari, dimora che si trova all’interno del parco archeologico dell’Appia Antica, a pochi minuti dal centro di Roma e dall’Aventino.

Complesso immobiliare antichissimo, è parte della Tenuta di Tor Marancia, che nel 1797 divenne di proprietà del duca Luigi Braschi Onesti, nipote di papa Pio VI.

Dai primi dell’800 si susseguirono tre diversi proprietari fino ad arrivare agli inizi degli anni ’50 quando Emanuele De Villefranche eredita la tenuta e trasforma – avvalendosi della collaborazione dei pittori Pagliari e Corelli, e dell’architetto Hoernera – il complesso di edifici costituenti il casale in Villa.

Oggi, l’attuale proprietà della Villa, che ha ottenuto il riconoscimento come bene di Rilievo Storico nel Piano Territoriale Particolareggiato del Comune di Roma, ha effettuato un recupero integrale della struttura.

Terra degli Aranci

Infine, l’ultima tappa avrà luogo il 23 settembre a Napoli, nella Terra degli Aranci, una tenuta tra le colline del Vomero e di Posillipo, che si caratterizza per la vastità dei suoi spazi all’aperto.

Immersa nel verde di Napoli perché la struttura si caratterizza per la vastità degli spazi all’aperto, 6 mila mq di giardini panoramici, boschetti e lievi radure, dei quali godere passeggiando tra alberi di aranci e limoni.

Un luogo incantato e sorprendente in città, a pochi passi dal centro del Vomero.

Nel cuore di quest’oasi di verde trova spazio un’antica e raffinata casa colonica in pietra naturale composta da eleganti saloni in stile Provenzale arricchiti da fini elementi di decoro.

Un angolo di paradiso nella sorprendente Napoli.

La prima tappa del tour Aria di San Daniele: un successo!

L’appuntamento ha avuto come protagonista la presentatrice televisiva, influencer e scrittrice Csaba dalla Zorza.

Oltre duecento persone hanno preso parte alla tappa torinese del tour “Aria di San Daniele Pic-Nic”, l’iniziativa tra gusto e cultura organizzata dal Consorzio del Prosciutto di San Daniele, che si è tenuta nel giardino e all’interno del Castello di Collegno.

Prodotti dai sapori autentici, una location storica e un’atmosfera accogliente: sono questi gli ingredienti della prima tappa del tour “Aria di San Daniele Pic-Nic”.

I numerosi partecipanti hanno preso parte ad un vero e proprio pic-nic: ognuno ha ricevuto un cestino contenente prodotti tipici del territorio, bevande e un dolce, oltre che una degustazione di Prosciutto di San Daniele tagliato a macchina e a coltello.

aria-di-san-daniele-picnic-in-4-dimore-storiche-italiane

Ogni ospite ha avuto a propria disposizione anche un plaid riservato, posizionato in modo da garantire un adeguato distanziamento interpersonale.

Aria di San Daniele Pic-Nic rappresenta un tour dedicato alla promozione del prodotto in quattro città italiane con eventi pic-nic nel pieno rispetto delle normative sanitarie vigenti – ha dichiarato un rappresentante del Consorzio del Prosciutto di San Daniele –

Si tratta di un’importante occasione per riprendere il contatto con i consumatori nei momenti di convivialità che da sempre il Prosciutto di San Daniele rappresenta. Il prossimo appuntamento si terrà a Firenze il prossimo 22 luglio, in seguito alla pausa estiva il tour proseguirà nelle città di Roma e Napoli nel mese di settembre”.

Aria di San Daniele e Csaba dalla Zorza

aria-di-san-daniele-picnic-in-4-dimore-storiche-italiane

Csaba dalla Zorza, nota scrittrice e presentatrice televisiva, ha affermato : “Il Prosciutto di San Daniele è in linea con le tendenze attuali, anzi lo è sempre stato e sempre lo sarà“. “Siamo una terra con tante eccellenze, a volte non sufficientemente valorizzate”.

Apprezzo da sempre il San Daniele DOP e sono lieta di aver preso parte al primo di questi pic-nic organizzati dal Consorzio. Si tratta di un prodotto simbolo del made in Italy ulteriormente valorizzato dal ritorno alle attività in presenza”.

Alla nostra domanda: “Con quali alimenti si sposa il prosciutto di San Daniele?” ha risposto: “E’ un prosciutto dal sapore delicato, setoso e si abbina con formaggi non troppo salati e stagionati (perfetti i formaggi di capra freschi), con olive non piccanti, con pane di farina di castagne e con i fichi neri. Come ingrediente di ricette va aggiunto a crudo“.

E il vino?“: “In estate è perfetto il rosé“.

Sarà possibile prendere parte ai prossimi appuntamenti esclusivamente previa prenotazione online (esperienza.com/ariadisandanielepicnic).

Chiara Bettelli Lelio

Assistente psicologa, direttore di psicodramma moreniano e counselor in sessuologia clinica di FISS (Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica), è giornalista professionista nell’area del benessere psico-fisico. E’ esperta in consulenze su difficoltà individuali e di coppia riferite a disturbi psico-sessuali o a problemi relazionali.

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.