Ciaspole a La Thuile, un paradiso in Valle d’Aosta

ciaspole-a-la-thuile-un-paradiso-in-valle-daosta

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Ciaspole a La Thuile, un paradiso in Valle d’Aosta

Divertimento sulla neve, anche senza impianti di risalita.

La montagna innevata è suggestivi scorci, silenzio, grandi spazi

ciaspole-a-la-thuile-un-paradiso-in-valle-daosta

La montagna d’inverno evoca veloci discese con gli sci ai piedi su piste più o meno ripide e con differenti difficoltà che esaltano la voglia di cimentarsi per saggiare le proprie abilità di sciatori; ma la montagna innevata non è solo questo.

I suggestivi scorci, il silenzio, i grandi spazi fanno de La Thuile, in Valle d’Aosta, il luogo ideale per staccare dalla quotidianità delle nostre città ed immergersi in un ambiente naturale, puro e selvaggio, fatto di boschi di pini e di abeti, di una dolce e ampia vallata attraversata dalla Dora che scorre gorgogliando nel borgo fatto di case dai tipici tetti in losa.

A La Thuile si può ammirare il ghiacciaio del Rutor, icona del paese, e le vette del Monte Bianco visibili da ogni prospettiva. Qui puoi godere l’esperienza di una rigenerazione fisica e mentale e disintossicarti dallo stress quotidiano, vivere in libertà le tue passioni e, perchè no, migliorare le tue performances sportive.

L’antica tradizione di accoglienza della sua comunità, conservata nel tempo, fa sentire il turista a casa propria.

La Thuile è facilmente raggiungibile dall’uscita dell’autostrada da cui dista solo 15 minuti ed è ben collegata anche agli aeroporti di Milano, Torino e Ginevra

Si trova in Valdigne nel nord-ovest della Valle d’Aosta. Questa zona, ai piedi del Monte Bianco, che comprende i comuni di Courmayeur, La Thuile, Morgex, Pré-Saint Didier, La Salle, è ufficialmente “European community of sport 2021“.

Il riconoscimento di comunità europea dello sport è riservato alle aree che presentano caratteristiche di eccellenza e valori condivisi in tema di sport, benessere e qualità della vita.

Quest’anno il covid ha purtroppo condizionato l’apertura degli impianti ma questo comprensorio offre comunque altre possibilità di sport e svago.

Ciaspole e sci di fondo

Tra sci di fondo e ciaspole sono innumerevoli le opportunità che La Thuile

offre agli appassionati della neve

per vivere una vacanza straordinaria all’insegna dello sport e della natura

Tre anelli di fondo rispettivamente di 1, 3 e 7 chilometri sono accessibili gratuitamente dalla Piana di Arly e arrivano fino ai boschi che circondano la vallata immersi in un suggestivo panorama. Altri quattro tracciati di fondo varianti dai 3 ai 7 km,50 si trovano in zona Arpy, a quota 1700 metri, sotto al Colle San Carlo. Alcuni di questi sono semplici e adatti anche ai più piccoli.

Sulle nevi de’ La Thuile si può così scoprire il gusto della “lentezza” e vivere la montagna in modo sostenibile e rispettoso dell’ambiente. Nulla di meglio che godersi il piacevole scricchiolio che le ciaspole provocano al passaggio sulla neve.

Partendo dal paese e dalle vicinissime frazioni di Pétosan, Les Granges, La Joux, Buic, Villaret, Pont Serrand, si trovano itinerari di differenti difficoltà, lunghezza e dislivelli, tutti piacevoli e adatti a grandi e piccini. La presenza di pannelli esplicativi, poi, descrivono flora, fauna e clima dei luoghi esplorati. Ci sono inoltre, per i più esigenti, percorsi a tema, con l’aiuto di guide alpine, questi ultimi prevedono una prenotazione e un abbigliamento adeguato.

Vediamo adesso alcuni di questi percorsi.

(Per informazioni più precise è consigliabile consultare i seguenti siti: www.lathuile.it , oppure www.zerovertigo.com ).

Ciaspole sul sentiero delle miniere

Questo è un percorso interessante dal punto di vista storico del luogo: riporta al passato che ha caratterizzato il paese di La Thuile.

Per questa ciaspolata si parte in prossimità degli impianti di risalita e, in un percorso ad anello quasi tutto nel bosco, si arriva all’ingresso di uno dei cunicoli nel quale ci si inoltra per una ventina di metri.

Durante questa ciaspolata non mancherà la descrizione degli animali che popolano la zona, con la possibilità di riconoscerne le orme lasciate sulla neve.

A conclusione un break nel bosco con assaggi di specialità valdostane quali le tegole, tipico biscotto a base di nocciole e genepy, liquore a base di fiori di artemisia, una pianta aromatica che si trova solo in quota nelle Alpi Occidentali.

Con le ciaspole al rifugio

Un sentiero innevato, un’esperienza indimenticabile, con le racchette ai piedi, immersi nel silenzio di campi di neve vergine dove le uniche orme che si incontrano sono solo quelle degli animali che a volte è pure possibile intravvedere.

Mentre la guida racconta aneddoti legati alla storia del paese si arriva alla meta, una caratteristica baita di montagna dove gustare tipici piatti valdostani.

Vittorio Lissari

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.