Festival del Circo alla Rocca Viscontea Veneta di Lonato

festival-del-circo-alla-rocca-viscontea-veneta-di-lonato

Festival del Circo alla Rocca Viscontea Veneta di Lonato

Clown, acrobati e saltimbanco, marionette e giocolieri: la magia del circo contemporaneo en plein air.

Dal 31 luglio al 23 agosto

Divertimento con tanti artisti per rappresentare la magia del circo, spettacoli all’aria aperta per far divertire grandi e piccini.

A Lonato del Garda, dal 31 luglio al 23 agosto, i protagonisti delle serate estive saranno clown, acrobati, giocolieri, trapezisti e una moltitudine di persone.

Un’edizione ridotta, ma di sicuro effetto con tanti appuntamenti. Il palcoscenico per le esibizioni degli artisti saranno le piazze, i borghi, le strade, un grande via vai di figure divertenti e cariche di adrenalina per coinvolgere gli spettatori.

Per poter partecipare agli spettacoli, è necessaria la prenotazione on line ( www.lonatoinfestival.it).

festival-del-circo-alla-rocca-viscontea-veneta-di-lonato

Festival del Circo: il programma

Il programma prevede varie serate in compagnia delle migliori compagnie circensi italiane: dal 31 luglio al 2 agosto “Cie Ne a Ne” con lo spettacolo Incident, dal 7 al 9 agosto Circo El Grito con la nuova produzione Malamat, dal 14 al 16 agosto Side Kunst Cirque con lo spettacolo Domoi e dal 21 al 23 agosto Circo Zoé con Naufragata.

Ogni compagnia sarà protagonista di un week end e il suo spettacolo sarà replicato dal venerdì alla domenica, alle ore 21.00.

Sono previsti anche alcuni spettacoli nelle frazioni di Lonato.

Dall’11 al 19 agosto le marionette e la giocoleria nelle piazze di Sedena, Centenaro, Esenta, Lonato 2, a partire dalle 20.30.

Festival del Circo debutta quindi venerdì sera, con repliche il sabato e la domenica, con la compagnia “Cie Ne a Ne”, una fusione di musica, movimento e circo, con un pizzico di poesia, un pizzico di ironia e alcuni bastoncini di dinamit. È un viaggio visivo e sonoro nell’assurdo che mescola immagini forti e musica esplosiva.

Due donne affrontano circostanze diverse, sviluppando sotto gli occhi dello spettatore un’antologia di situazioni e relazioni indescrivibili. Nel caos controllato, lottano attraverso diverse discipline, un viaggio tra acro-danza, corda volante e contorsione, verso pratiche antiche: shibari, fakirismo e lancio di coltelli.

Dal 7 al 9 agosto il Circo el Grito propone Malamat, un appello circense all’umanità contemporanea, una scenografia durante la quale si scoprirà che l’essere umano è in grado di nutrirsi di emozioni e, respirando musica, un uomo può rinunciare all’ossigeno.

Si vedrà un’acrobata aerea superare il confine del virtuosismo circense

ed entrare con un salto mortale nel mondo dell’impossibile.

Dal 14 al 16 agosto, Side Kunst Cirque con Domoi. Un turbine di acrobazie fisiche e musicali, un racconto non lineare che si dispiega geograficamente nel luogo della rappresentazione, esplorandone i confini più remoti, dove alcune immagini (o forse visioni) sono state finora segrete.

Festival del Circo si conclude

Dal 21 al 23 agosto Circo Zoe e Naufragata, uno spettacolo di circo d’autore originale, d’impatto, accattivante e poetico allo stesso tempo, in cui circo e musica creano un mondo atemporale dove “naufragare”.

Sulle rive del Mediterraneo soffia il vento, gonfia le vele dei bastimenti carichi d’immaginazione e di poesia. I profumi si fondono, come gli echi di suoni lontani.

Arianna Augustoni

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.