Osterie d’Italia 2023: in libreria la trentatreesima edizione

Di / 25 Ottobre 2022 Gusto Nessun commento
osterie-ditalia-2023-in-libreria-la-trentatreesima-edizione

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Osterie d’Italia 2023. Il sussidiario del mangiar bene all’italiana

E’ uscita la trentatreesima edizione di Osterie d’Italia 2023, il sussidiario del mangiar bene,  edito da Slow food e curato da Francesca Mastrovito ed Eugenio Signoroni, che celebra i migliori indirizzi enogastronomici del nostro Paese.

In libreria a partire dal 26 ottobre, la guida di Osterie d’Italia 2023 si presenta in una suggestiva e rinnovata veste sia nella grafica sia nei contenuti.

La guida contiene infatti ben 139 novità rispetto alla scorsa edizione, 42 chiocciole premiate nell’anno corrente e due nuovi simboli identificativi, uno per il pane e uno per l’olio extravergine d’oliva.

La presidente di Slow Food Barbara Nappini ha dichiarato che “la casa editrice crea da tanti anni un sistema alimentare che riesca a garantirci un futuro, piuttosto che inficiarlo: è tutto perfettibile, ma andiamo in quella direzione”.

Carlo Petrini, fondatore dell’associazione Slow Food,  ha invece ribadito che “il mondo della ristorazione sta vivendo degli sconquassi”, pertanto è sempre più necessario “mantenere la rotta per superare questo particolare momento e garantire al cliente un atteggiamento di benevolenza nell’accoglierlo in osteria“.

osterie-ditalia-2023-in-libreria-la-trentatreesima-edizione

Osterie d’Italia 2023: i premi speciali

Qui di seguito sono elencati tutti e nove i premi speciali – ben tre in più rispetto allo scorso anno – ai quali si è aggiunto anche il premio Selezione Bere Bene, destinato a tre osterie.

Rispettivamente del Nord, Centro e Sud Italia, allo scopo di “premiare e incoraggiare la cura nella selezione e nella proposta di bevande di qualità e personalità oltre la carta dei vini”.

Il premio Miglior Oste è andato a Roberto Casamenti e Alessandra Bazzocchi de La Campanara in Pianetto di Galeata (FC), mentre il premio Miglior Carta dei Vini è stato consegnato a Devetak di Savogna d’Isonzo (GO).

Invece, ad aggiudicarsi il premio Miglior Interpretazione della Cucina Regionale è stata l’osteria Sora Maria e Arcangelo, presente a Olevano Romano (RM).

Il Premio Miglior Giovane Vittorio Fusari Franciacorta è stato consegnato a Greta Gemmi per il suo locale Al Resù ubicato a Lozio (BS), mentre il premio Miglior Dispensa è andato all’Enoteca della Valpolicella di Fumane (VR).

Complessivamente, nella guida sono presenti 1730 locali, tra osterie, agriturismi, enoteche con cucina e ristoranti segnalati; 270 locali premiati con la Chiocciola per l’eccellente proposta e per l’ambiente, la cucina e l’accoglienza in sintonia con Slow Food; 126 locali premiati con il Bere Bene, il nuovo riconoscimento per la curata selezione di bevande e, infine, 450 locali premiati con la Bottiglia per la curata selezione di vini.

Testo di Bernadette Hanna 

Bernadette Hanna