Sole: consigli last minute

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Sole: consigli last minute. La spiaggia regala naturali cure di bellezza: il vento tonifica e risveglia i sensi, la sabbia leviga la pelle, i minerali del mare la rendono elastica, il sale ‘asciuga’ la linea… ma. Infatti, il sole e le vacanze sono un binomio che promette relax, divertimento, abbronzatura. Ma non sempre e non per tutti. Ad esempio, chi ha la pelle che si scotta al primo raggio come può godersi i piaceri della spiaggia? Ecco qualche utile suggerimento per non farsi troppo male. L’estate, anche se la sogniamo tutto l’anno, non è sempre un paradiso: calura (in città è un inferno), choc termici da aria condizionata, zanzare e – nel luogo di vacanza – i rischi di imbattersi in grane di vario tipo aumentano. Tra queste, che lasciano segni non trascurabili sulla pelle, le scottature.
sole last minute
Da soli o in due, i problemi ci sono comunque. Se siete single, non avrete nessuno (lei) che vi ricorderà di proteggervi dal sole o che vi spalmerà (lui) la crema sulla schiena. Se siete al mare in coppia, spesso si ripropongono il fatto che ognuno vuole cose diverse : lei desidera la coperta anche in agosto e il buio totale, lui ha sempre caldo e preferisce la finestra aperta ecc. Al sole, lei è attenta alla salvaguardia della pelle e dei capelli ma non si schioda dalla spiaggia. Lui detesta cospargersi di solari ma, dopo mezz’ora d’immobilità, si annoia irreparabilmente. Entrambi vorrebbero acquistare un’abbronzatura scura e intensa e avere immediatamente l’aspetto di ballerini del Tropicana. Nell’ipotesi che la vostra pelle sia di un fototipo chiaro, scordatevelo: se non la proteggete in modo serio e costante con specifici prodotti ‘antisolari‘, che devono trovare posto anche in un bagaglio contenuto, nei casi migliori diventerà rossa. Specifica per attivare le difese naturali della pelle, la linea max_creme_teintee_doreein versione crema (anche colorata), spray e fluida come l’acqua, effettua una efficace protezione contro i danni immediati causati dal sole ed agisce come protezione cellulare biologica.

Diamo quindi per scontato che siate saggi e che conosciate il decalogo dei perfetti cultori del sole e della salute della pelle (no all’esposizione senza protezione adeguata e nelle ore più calde, sì alla riapplicazione costante del protettivo – (non basta una volta)…Chi ha detto che non ci si abbronza se si usano prodotti che schermano i raggi ultravioletti? La pelle assume in ogni caso una bella sfumatura dorata ‘tutta salute’ più lentamente, ma il risultato è più duraturo e, soprattutto, si evitano seri guai cutanei.sole last minute

Come acquistare i solari più adatti? Soprattutto se si sono spesso riscontrate irritazioni cutanee dopo l’esposizione al sole e la facilità ad incorrere in scottature, prima di partire è indispensabile scegliere il prodotto più giusto per il proprio tipo di pelle. Per ogni fototipo viene calcolata la MED (Minima Dose Eritematogena), quantità d’energia che produce i sintomi dell’eritema. La scelta degli ‘antisolari’ deve essere attenta sempre, ma in modo particolare durante le prime esposizioni. Infatti, occorrono alcuni giorni perché si attivino i naturali meccanismi difensivi della pelle: l’ispessimento cutaneo e l’abbronzatura. In caso si presenti un intenso eritema – provocato principalmente dagli UVB – è meglio evitare il sole, usare creme calmanti ed, eventualmente, assumere antistaminici per via orale. Anche per non compromettere l’abbronzatura che, altrimenti, se ne va a chiazze, insieme alle inevitabili spellature. I trattamenti doposole hanno un’importante funzione lenitiva, idratante e rigenerante ma, se l’arrossamento della pelle rappresenta già un danno cellulare, contro le scottature occorre agire con prodotti più curativi, come le pomate all’idrocortisone.

Solo quando la pelle è scura e già abbronzata si può ‘abbassare la guardia’ (Bioderma Photoderm Bronz SPF 30). Ma, se si utilizzano solari con filtri a più bassa protezione, il prodotto va applicato più spesso, specialmente dopo lunghe nuotate e attività sportive: acqua e sudore, infatti, riducono l’efficacia del solare. Anche di quelli water resistent che non hanno una tenuta illimitata. BABYKEL_PROTEZIONE SOLARE 50+ sole last minuteE non dimentichiamo i bambini: su di loro i prodotti a bassa protezione non devono esistere. Infatti, la capacità di autoprotezione dei più piccoli non è ancora ben sviluppata perché produzione di sebo e sintesi della melanina sono minori di quelli dell’adulto. Inoltre, il sistema di autoregolazione e sudorazione è modesto. E i danni del sole si accumulano. Indicata, della linea Babykel, la Protezione Solare Molto Alta SPF 50+. Una crema viso e corpo – completamente priva di sostanze inutili – resistente all’acqua, lenitiva e nutriente. www.bakel.it/it

204_MASQUE_APRES-SOLEIL_VISAGE_RGB72dpiLa Masque Après Soleil Visage di Maria Galland offre un trattamento intensivo e rigenera la pelle dopo l’esposizione al sole. I suoi tre complessi di principi attivi apportano idratazione ed effetto antietà prolungando l’abbronzatura. Contiene estratto di semi di tamarindo, aloe vera e l’olio di jojoba, tè verde, fitoestratti e un innovativo complesso bio-attivo.  La particolarità di questa maschera doposole è un complesso a base di tirosina e proteine vegetali che mantiene alta la sintesi di melanina intensificando così ulteriormente l’abbronzatura. www.maria-galland.com 

 

Chiara Bettelli Lelio

Assistente psicologa, direttore di psicodramma moreniano e counselor in sessuologia clinica di FISS (Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica), è giornalista professionista nell’area del benessere psico-fisico. E’ esperta in consulenze su difficoltà individuali e di coppia riferite a disturbi psico-sessuali o a problemi relazionali.

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.