Villa d’Este a Cernobbio incanta con la sua Greenhouse

villa-deste-a-cernobbio-incanta-con-la-sua-greenhouse

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Villa d’Este a Cernobbio incanta con la sua Greenhouse

Villa d’Este è pronta ad accogliere il nuovo anno con un allestimento magico e luminoso, fatto di alberi realizzati con piccole mele rosse e oro. Tutto il resto è magia.

L’inverno sul lago di Como è un incanto di luci e Villa d’Este con la sua Greenhouse è un’esperienza magica per un Afternoon tea o per un romantico aperitivo.

villa-deste-a-cernobbio-incanta-con-la-sua-greenhouse

A pochi giorni dalla fine del 2022, in occasione delle 150 stagioni, è tutto pronto per il grande spettacolo che accoglierà il nuovo anno.

Realizzato dal flower designer Vicenzo Dascanio, la Villa più elegante del mondo è un incantevole mondo fatto di luci e di profumi di mela e di cannella.

Gli allestimenti che accoglieranno gli ospiti il giorno di San Silvestro hanno poi trasformato la location: oltre ai 150 alberi di Natale di diverse dimensioni, 56mila meline rosse e 22mila mele d’oro, 5 chilometri di festoni verdi e 5mila rami di bacche rosse.

Ad accogliere gli ospiti a Villa d’Este, oltre allo storico ristorante,

un elegante salotto che si affaccia sul lago,

la Greenhouse.

villa-deste-a-cernobbio-incanta-con-la-sua-greenhouse

La struttura, realizzata per l’apertura straordinaria, interamente in vetro e dal design contemporaneo, è una zona festosa arredata con divani in velluto, arredamenti tartan, candele, ghirlande e luci a incorniciare i due scenografici camini e a impreziosire l’ambiente.

villa-deste-a-cernobbio-incanta-con-la-sua-greenhouse

La Greenhouse è aperta già dal mattino per coloro che desiderano sorseggiare un caffè in tranquillità e, durante il giorno, gustare degli snack o un light lunch: dal caviale alle ostriche, e un intramontabile Club Sandwich.

Dal pomeriggio, l’appuntamento con l’Afternoon Tea di Villa d’Este

Un viaggio alla scoperta della millenaria storia del tè, tra i profumi della Cina e gli aromi dell’India, passando tra le note inconfondibili del Giappone e le atmosfere fumée del Sudafrica.

Per i più audaci, una proposta speciale che vede in abbinamento i the più raffinati alle pregiate etichette di champagne.

Con l’arrivo della sera, la Greenhouse si trasforma in una zona lounge per rilassarsi e bere un cocktail prima di cena oppure godersi un po’ di musica dal vivo.

I mixology barman sono pronti a consigliare ogni ospite e preparare i Signature Cocktail di Villa d’Este, cinque in totale e legati alla storia della Villa e alle personalità che hanno contribuito a fare di questo nome una vera leggenda.

L’ultimo è il “1873”, anno in cui la villa fu trasformata in hotel di lusso. Grappa aromatizzata in casa ai mirtilli l’ingrediente principale, a ricordare quella bevuta dal gruppo di uomini d’affari milanesi per siglare l’accordo, in aggiunta a Chartreuse Jaune, orzata e acido citrico.

E per coronare la fine del 2022, è tutto pronto per la grande soirée fatta di delicatessen firmate dallo chef Michele Zambanini.

Per la magica cena di San Silvestro sette portate con abbinamenti di caviale Beluga, fois gras, scampi e astice blu alle migliori etichette francesi e italiane.

A concludere la serata un emozionante spettacolo pirotecnico a bordo lago. Immancabile poi il brunch del primo dell’anno con un ricco buffet che spazia dai primi di carne e di pesce ai secondi fino ai dolci tipici delle feste e frutta.

Arianna Augustoni