Il Quarnaro e la danza dei sapori: benvenuti gastronauti 

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Il Quarnaro e la danza dei sapori: benvenuti gastronauti

Il Quarnaro è una delle 10 regioni migliori del mondo da visitare, anche durante la stagione invernale: parola di Lonely Planet. Scopriamo il perché.

Innanzi tutto da non confondere con l’Istria o la Dalmazia: il Quarnaro, in croato Kvaner, o Quaternarius, nella sua accezione latina, è una regione a sé, che vanta la più lunga tradizione turistica della Croazia marittima.

E’ composta da quattro zone geografiche: la costa croata situata sotto il Velebit, le isole del Golfo del Quarnaro, (Krk, Rab, Losinj, Cres e la parte nord dell’isola di Pag), la costa nord-orientale dell’Istria e la regione montuosa dell’entroterra di Gorski Kotar.

Fiume, città principale della regione e terza città più grande della Croazia, dista 160 km da Zagabria, capitale del paese, e solo 80 km da Trieste.

il-quarnaro-e-la-danza-dei-sapori-benvenuti-gastronauti

il-quarnaro-e-la-danza-dei-sapori-benvenuti-gastronauti

Ricca di bellezze paesaggistiche e culturali, e con un forte legame con l’Italia, la regione del Quarnaro sfoggia acque limpidissime dove nuotano i delfini, zone selvagge dove volano i grifoni, spiagge incantevoli e alcune tra le più belle isole della Croazia.

A prescindere dalla stagione, la sua natura variegata non offre solamente uno scenario meraviglioso,  ma esperienze uniche come l’osservazione di grandi carnivori, passeggiate o trail running e escursionismo attraverso zone protette, l’adozione di delfini, il campeggio ornitologico e molto, molto altro ancora.

Il Quarnaro terra di prelibatezze

Il Quarnaro è la regione di alcuni dei più prestigiosi e premiati ristoranti della Croazia.

Durante la vostra vacanza nel Quarnaro, quindi, indugiate nei piaceri della cucina: la tradizione gastronomica locale vanta piatti tipici gustosissimi, assolutamente da provare.

Il Quarnaro è sempre stato un territorio che offre un’alta gastronomia e ottimi vini,  la destinazione preferita per chi è alla ricerca di esperienze culinarie.

La gastronomia è ricca e variegata, sul litorale le specialità sono pesce, frutti di mare, abbondanza di verdure mediterranee, di frutta, di erbe aromatiche spontanee e di olio d’oliva. Il Gorski Kotar, è una meta gastronomica conosciuta per i frutti di bosco, i funghi e il pesce d’acqua dolce.

Gli scampi del Quarnaro

Gli scampi del Quarnaro sono considerati i migliori al mondo, si distinguono per il loro brillante colore rosso, per la conchiglia sottile e il sapore unico. Sono speciali perché vivono solo sulla costa adriatica di questa regione, in un mare poco profondo con molte sorgenti di acqua dolce, perciò sono teneri e delicati.

Si mangiano freschi, con la pasta, sul risotto, alla “busara”, alla griglia e…

il-quarnaro-e-la-danza-dei-sapori-benvenuti-gastronauti

• Skuta (cagliata)

La cagliata è il prodotto che si ottiene dalla coagulazione del latte. Non è ancora formaggio e non è più latte, si ottiene facendo bollire e filtrando il siero da cui è già stata separata la cagliata (formaggio giovane). I resti di grasso e sostanza secca che si coagulano nel siero durante la bollitura vengono filtrati attraverso una garza. La cagliata è un formaggio ad alto contenuto proteico con un ridotto contenuto di grassi.

Si consuma come contorno ai piatti e ai cibi tipici dell’isola: con la polenta, il pesce sotto sale, l’olio, il pane.

• Torta di Rab

La ricetta è un segreto custodito da secoli, tutelato e trasmesso esclusivamente a voce. La torta risale al XII secolo quando fu servita per la prima volta a Papa Alessandro III in occasione della benedizione della cattedrale sull’isola di Rab. Gli ingredienti principali sono le mandorle, il limone, lo zucchero, le uova e il maraschino.

il-quarnaro-e-la-danza-dei-sapori-benvenuti-gastronauti

Oggi, è un famoso e apprezzato dolce nonché souvenir che si abbina perfettamente con le bollicine e vini dolci.

• Žlahtina

Tra i prodotti migliori del Quarnaro c’è sicuramente la Vrbnička žlahtina – un vino DOC  dell’omonima varietà autoctona di uva bianca dell’isola di Krk e del Vinodol.

Prende il nome dalla città di Vrbnik, sull’isola di Krk, ed è caratterizzato da un aroma delicato con un caratteristico sapore e profumo fresco.

La Piana di Vrbnik si estende su 210 ettari e si trova in una vallata a nordovest del borgo di Vrbnik, terroir che gode di tanta terra fertile, una posizione protetta e riparata e un clima adeguato che ha reso possibile lo sviluppo di un’attività vitivinicola nota in tutto il resto del Paese.

• Sansigot – antico vitigno croato originario dell’isola di Susak

È un vino rosso autoctono, originario dell’Isola di Susak, trapiantato in seguito a Vrbnik. Il vino con gradazione alcolica media, di colore rosso rubino con riflessi granati, in bocca si presenta equilibrato e pieno.

I tannini sono presenti in maniera delicata e assieme alla struttura robusta mantengono una lunga e complessa persistenza gustativa, con finale caldo ed elegante.

Ottimo l’abbinamento con tutti i tipi di carne, formaggi stagionati, cioccolato fondente

Zijavica: un’imperdibile sosta gourmet

Zijavica è un ristorante a conduzione familiare situato direttamente sulla bella spiaggia di ciottoli nel piccolo villaggio di pescatori di Mošćenička Draga, nel Golfo del Quarnaro, famoso per gli scampi.

La famiglia possiede un peschereccio ed è una delle ultime famiglie a pescare gli scampi alla vecchia maniera, con reti speciali. Zijavica è membro del JRE.

il-quarnaro-e-la-danza-dei-sapori-benvenuti-gastronauti

Ristorante Zijavica

“Ciò che ti dà il mare” non è solo il delizioso stufato di pesce e granchio offerto dal ristorante Zijavica, ma anche la filosofia aziendale del proprietario e chef 36enne Stiven Vunić, che con pazienza e passione ha costruito il suo impero culinario da 11 anni, accanto a una delle spiagge più belle d’Europa.

Il figlio di uno dei più antichi pescatori di gamberi del Quarnaro si ispira ai piatti autoctoni della regione, un tocco di tradizione che combinato con un approccio moderno e sofisticato alla cucina regala qualcosa di unico.

La grande dedizione al suo lavoro ha valso al ristorante Zijavica l’appartenenza alla società selezionata Jeunes Restaurateurs. Sebbene sia il suo nome che la sua firma gastronomica siano ben noti nel mondo culinario croato, lui vuole raggiungere nuove vette. È severo, chiaro, organizzato, tecnicamente estremamente preparato.

Tea Vunić è la sua compagna e chef pasticcere del ristorante  che gestisce insieme al marito, Stiven. Una donna appassionata del suo lavoro che punta all’eccellenza attraverso l’apprendimento, è puntigliosa e concentrata.

Nel suo lavoro Tea Vunić opta per la classica “scuola” francese in termini di tecniche e per un approccio profondamente orientato al territorio per quanto riguarda gli ingredienti, utilizzando castagne di Lovran, ciliegie di Lovran, fichi, miele di fiori, melata, mandorle, noci.

https://www.croazia.info/quarnaro/

Silvana Benedetti

Giornalista di lungo corso ha lavorato all’interno di alcune case editrici quali la Mondadori, Rusconi Editore e f.lli Fabbri Editore. Successivamente, per diversi anni ha operato nel campo della musica come responsabile della promozione e del marketing per le più importanti major discografiche. Attualmente collabora anche con il mensile cartaceo Caravan e Camper e per altre testate online di viaggio, bellezza ed enogastronomia.