Insolite mete culinarie 2017

mete

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Le nuove tendenze del turismo 2017: I viaggi del gusto in mete non scontate per la gastronomia. A tavola felici in  Perù, Cuba, Vietnam e Madeira

Il cibo si conferma come un ottimo compagno di viaggio delle vacanze degli italiani: oltre all’amore per il mangiar bene viene abbinata tanta curiosità per le cucine del mondo. Tutto ciò giustifica, infatti, la crescita del turismo enogastronomico, perché c’è tanta voglia di andare alla scoperta dei sapori autentici del luogo, di esperienze di gusto in Paesi lontani. Si va dall’alta cucina stellata allo street food in mete esotiche come il Perù, il Vietnam, Cuba e Madeira.mete

La gastronomia peruviana è gustosa, sana e sorprendente. Nasce fusion, in quanto è da sempre una mescolanza di diverse tradizioni: ceviche e con piatti a base di quinoa e amaranto. Tra i migliori ristoranti di Lima segnaliamo il Central, il Maido e Astrid y Gaston. Una tappa obbligata è il Brujas de Cachiche. meteQui vengono serviti piatti tipici della cucina Inca e cibi provenienti da tutte le regioni peruviane. Il drink nazionale del paese – il pisco sour – si può gustare al bancone, in attesa del proprio tavolo. Vale anche la pena far visita alla Casa de la Gastronomia, sempre a Lima, un museo dedicato alle tradizioni culinarie del Perù.

Spostiamoci, quindi, in Vietnam, Paese della cucina del mondo, autentico crocevia di sapori, che risente degli echi delle specialità dell’intera Asia e dell’influenza francese. Danang è la prima meta gastronomica del paese, dove sarà possibile intraprendere un delizioso viaggio nei mercati, nei villaggi dei pescatori – dove si gusta il pescato del giorno – e nei ristorantini locali. E perché non partecipare ad un corso di cucina vietnamita? Si parte dalla spesa fatta al mercato, poi con l’aiuto di un cuoco si prepara una pietanza tradizionale, magari accompagnata dalla Bia Hoi, la birra vietnamita.mete

A Cuba non solo mare: a L’Havana – oltre a visitare musei e palazzi storici – per gustare una cucina fusion. Un mix di cucina creola, locale, spagnola, africana e orientale

Destinazione Caraibi per una Cuba dal sapore autentico. Esploriamo alcuni quartieri de L’Havana, che stanno vivendo un momento di importante rinnovamento anche dal punto di vista gastronomico. Il Paladar Los Mercaderes potrebbe diventare, per esempio, il primo ristorante stellato dell’isola. Si tratta di un antico edificio che mescola proposte di livello internazionale con i sapori tipici della comida criolla, ovvero la cucina creola.

mete
Tuttavia, la vera cucina cubana è da gustarsi in famiglia. E’ facile soggiornare in una casa ‘particular’ – alloggio a conduzione familiare come i nostri bed and breakfast– dove assaporare i piatti preparati dalla padrona di casa, all’insegna della tradizione e dei sapori delle origini, un mix di cucina locale, spagnola, africana, ma anche orientale.

Infine, andiamo in pieno Oceano Atlantico, a Madeira, splendido arcipelago del Portogallo– a sole due ore da Lisbona – che ci regalerà non pochi piaceri: clima sempre mite, panorami d’incomparabile bellezza e straordinari piaceri di gola. Il capoluogo Funchal vanta il ristorante stellato ‘Il Gallo d’Oro’ , che si caratterizza per l’originalità dei piatti presentati con stile e dai sapori decisi. Le espetadas – spiedini di carne aromatizzati con alloro – rappresentano senza ombra di dubbio il piatto forte di Madeira, insieme all’omonimo vino e magari nel contesto di una serata speciale, dove assistere ad un’esibizione di fado.

Le nuove tendenze viaggio 2017 sono state fotografate da CartOrange, grande azienda italiana di consulenti di viaggio, specialista in viaggi personalizzati ed esperienziali, che da sempre seleziona in tutto il mondo tante chicche per i viaggiatori foodies. 

Maria Grazia Lucchese

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.