Le bacche di Goji parlano italiano

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Si chiama Goji ed è il piccolo straordinario ‘diamante rosso’ sempre più diffuso e apprezzato per le eccezionali proprietà benefiche. Ricco di antiossidanti, polifenoli, vitamine, oligoelementi, acido ellagico e polisaccaridi specifici, il Goji è un frutto da consumare essiccato o fresco, da solo o come ingrediente per la preparazione di granite, gelati, confetture, bevande.

Goji

Quella che meglio conosciamo è la sua bacca, ma tutta la pianta (foglie, germogli, fiori, rami, corteccia, radici) possiede caratteristiche salutari, agendo positivamente su vista, respirazione, digestione, riproduzione, epidermide e massa muscolare. Il Goji regola naturalmente la circolazione arteriosa, riduce il colesterolo cattivo, ha un efficace effetto antinfiammatorio, energizzante, anticoagulante e vasodilatatore. Inoltre innalza le difese immunitarie e migliora la concentrazione, rappresentando un’ottima e sana colazione, un valido contorno ai pasti o un gradevole spezza-fame.

Annoverato, insieme a tè verde e ginseng, come uno dei tre fitoterapici più importanti in Oriente già nel 2600 a.C., decantato negli scritti dell’Antica Roma, apprezzato nei secoli per le sue qualità, il Goji è un prodotto tipico della Cina.

Oggi, però, grazie alla maggiore attenzione rivolta alla fitoterapia, l’Italia si è dimostrata vocata alla sua coltivazione. Si è anche costituita una rete di imprese formata da oltre 30 aziende allocate in tutto il centro-sud Italia, che collabora con vari atenei su programmi di ricerca specifici e promuove varie iniziative di valorizzazione del Lycium barbarum. La filiera del GOJI ITALIANO® regala benessere e salute grazie al caldo sole meridionale e fornisce le eccezionali bacche 100% naturali, senza conservanti e con certificazioni Vegan Ok, Marchio Unico Nazionale – IT e BIO.Goji

Tra le proposte per l’incentivazione del prodotto e del territorio c’è il programma turistico che permette ai visitatori di raccogliere direttamente il prodotto dai campi, alloggiando presso gli agriturismi delle aree interessate. Qui, gli ‘Chef del Goji italiano’ insegnano a utilizzare al meglio le bacche nei menu: dall’antipasto al dolce, dai cocktail agli smoothies.Goji

Un piccolo spunto? Lo smoothie energetico e dissetante.

Si prepara in un attimo frullando 90-100 gr di bacche fresche (col picciolo) insieme a due cubetti di ghiaccio e aggiungendo mezzo bicchiere di succo di melograno per esaltarne le peculiarità.
Veloce, delizioso e sano!   www.gojiitaliano.com Goji

Testo di Maria Marinoni – www.scrittoitaliano.it 

Maria Marinoni