Colonie feline: i gatti ‘invisibili’

invisibili

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Colonie feline: la mostra Invisibili, nella splendida cornice della villa Necchi Campiglio di Milano, ci racconta dei gatti che vivono in comunità, e che pur essendo autonomi, hanno bisogno della nostra attenzione perché possono essere anche una risorsa educativa

Un gatto è bellissimo da una certa distanza: visto da vicino è un’inesauribile fonte di meraviglia (Pam Brown)

Il gatto è senz’altro l’animale di compagnia più diffuso nelle famiglie di tutto il mondo. La sua innata autonomia, così come il voler ritagliare angoli di solitudine per sé stesso, lo rendono quasi ‘umano’ . Tuttavia, non esiste solo la realtà dei gatti domestici con i loro ‘padroncini’, che sul far della sera si abbandonano ad accarezzare il loro manto vellutato e setoso. Ci sono anche le colonie feline, ovvero una comunità composta sempre dal medesimo gruppo di gatti che scelgono un determinato territorio come loro abitazione. Ed è proprio a questi esseri socievoli e solitari, ma anche alla ricerca di momenti comuni da condividere con i loro simili – che la fotografa Sabrina Boem dedica la mostra Invisibili, nella splendida cornice di Villa Necchi Campiglio a Milano.invisibili

Si tratta di una mostra fotografica che non ha come tema le immagini romantiche di cuccioli in posa per attirare tenerezza o compassione da parte dello spettatore, ma di un reportage oggettivo. Per mezzo di scatti naturali e senza pose, la fotografa ha voluto svelare i segreti, l’indipendenza e il forte senso territoriale degli abitanti delle colonie feline. Un approccio diretto, ma di sicuro non facile tenendo conto anche della difficoltà negli appostamenti o di scatti in ambienti chiusi con pochissima luce.

Un altro problema effettivo è quello dell’assistenza che diventa sempre più gravoso.

I volontari, infatti, non sempre riescono ad assistere questi animali. Si tratta di un grande sforzo: nutrire, curare e sterilizzare circa 80/90 gatti non è di certo facile. Nella sola Milano esistono più di 1100 colonie feline pubbliche censite. E’ necessario, inoltre, intervenire con mezzi adeguati per non causare problemi per la salute pubblica: il rischio di pulci, zecche e micosi non creano solamente problematiche sanitarie agli animali della colonia, ma rappresentano anche un fattore di rischio per i gatti domestici che entrano ed escono da casa. Da qui, nasce l’atto d’amore di Uada Onlus , il cui obiettivo è quello di sostenere i volontari di strada nel loro impegno quotidiano per la tutela e il sostegno di tutti gli animali. Come diceva Emile Zola, infatti:    “Il compito più alto di un uomo è sottrarre gli animali alla crudeltà“.

Invisibili – Un viaggio extraordinario tra le colonie feline
25 maggio/ 4 giugno 2017
Villa Necchi Campiglio – Via Mozart, 14- Milano

Un atto d’amore Onlus(UADA)
http://unattodamoreonlus.wix.com/home

Maria Grazia Lucchese