Caspar David Friedrich: in Germania si celebra il grande pittore

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Caspar David Friedrich: in Germania si celebra il grande pittore

Quest’anno la Germania celebra Caspar David Friedrich (1774-1840), il pittore più famoso del Romanticismo tedesco a 250 anni dalla nascita, avvenuta a Greifswald, città sul Baltico tra le due maggiori isole del Paese, Rügen e Usedom, dove il 20 gennaio nella cattedrale di San Nicola prenderanno il via le manifestazioni.

Friedrich è noto per avere dipinto il suggestivo paesaggio natale tedesco immerso tra le nebbie dei boschi coperti di neve, delle montagne e delle rive del mare in tempesta, accentuando sapientemente il contrasto tra luce e controluce presente nell’atmosfera e nel clima.

Gli alberi spogli dei gelidi paesaggi invernali, le rovine coperte di edera, il mare tempestoso evocano un senso di solitudine dell’uomo di fronte alla forza e alla vastità vertiginosa della natura e riflettono l’ indole malinconica e contemplativa del pittore.

caspar-david-friedrich-in-germania-si-celebra-il-grande-pittore

Caspar David Friedrich, Albertinum, Ships in Harbour, Evening, 1828, oil on canvas

Egli stesso affermava: “L’artista deve dipingere non solo ciò che vede davanti a sé, ma anche ciò che vede dentro di sé”.

Nei suoi dipinti ha grande rilievo il cielo, che comunica il senso dell’infinito e suggerisce il dialogo con il divino, di fronte al quale l’artista si pone come silenzioso interlocutore.

Le figure umane appaiono spesso minuscole, come perse appunto nell’immensità del creato, ad eccezione del dipinto “Il viandante davanti al mare di nebbia” (1818), dove l’uomo appare di spalle, non riconoscibile come a volerne sottolineare la funzione di tramite di un messaggio universale.

Dal dipinto emerge il senso di smarrimento dell’uomo davanti all’intuizione dell’infinito ma anche l’esaltazione per la potenza della natura che avvicina a Dio, guardandolo ci identifichiamo nel personaggio.

Caspar David Friedrich: l’ispirazione è la natura

Fonte di ispirazione sono state le sue camminate nella natura, in particolare a Rügen, sulle montagne di arenaria dell’Elba, nella foreste e nelle mistiche valli della Svizzera Sassone, sui monti Harz, dove è ambientato “Gola rocciosa” (1821) o nelle Alpi Bavaresi raffigurate nel quadro “Il monte Watzmann”(1824/25).

In tutti i luoghi dove Friedrich ha vissuto e lavorato sono state allestite mostre ed è possibile ripercorrere i “suoi” sentieri, partendo proprio dal “Sentiero Caspar David Friedrich”, lungo 15 km o ammirare il panorama sulle torrette rocciose, gli spuntoni e le cime del Parco Nazionale della Svizzera Sassone.

caspar-david-friedrich-in-germania-si-celebra-il-grande-pittore

Basteibrücke, ponte di roccia sospeso tra i monti di arenaria. Luogo iconico del Parco Nazionale della Svizzera Sassone. Foto: Czechvibes / Tourismusverband Sächsische Schweiz Basteibrücke, ponte di roccia sospeso tra i monti di arenaria. Luogo iconico del Parco Nazionale della Svizzera Sassone. Foto: Czechvibes / Tourismusverband Sächsische Schweiz

Oppure percorrere a tappe il Malerweg, l’impegnativo sentiero, lungo 116 km, nella Sassonia tedesca. Il consiglio è di scegliere le proposte più adatte sul sito dell’Ente Germanico per il Turismo.

Tante le iniziative dedicate all’artista nel 2024 in tutta la Germania: al Museo Kunsthalle di Amburgo (fino all’ 1 aprile) una straordinaria retrospettiva tematica centrata sul rapporto uomo/ambiente con le sue opere più iconiche; a Greifswald, la sua città natale.

Per due giorni (31 agosto e 1 settembre) si terrà una grande festa storica con tantissime attività e diverse mostre verranno allestite al Pommersches Landesmuseum, presso i centri culturali della città e in vari luoghi la Festa di compleanno (5 settembre) e il suggestivo Festival di Light Art (novembre).

A Berlino (19 aprile/4 agosto) la straordinaria mostra dedicata ai “paesaggi infiniti” presso il Museo Alte Nationalgalerie e la collezione di disegni del Kupferstichkabinett nella sezione “Collections Online “.

Dresda, patria elettiva del pittore, dove visse per oltre 40 anni, una prestigiosa mostra in due sezioni, una pittorica al Museo Albertinum (24 agosto/5 gennaio 25) e una grafica al Kupferstichkabinett (24 agosto/17 novembre), che nel 2025 passerà al MET di New York. – http://www.sassoniaturismo.it

Tutte le informazioni sul sito www.germany.travel

credito immagine di copertina  Caspar David Friedrich_Wanderer above the Sea of Fog © SHK,Hamburger,Kunsthallebpk

Raffaella Airaghi