Il Cristallo di Boemia è Patrimonio dell’Umanità

Di / 16 Dicembre 2023 Home, Viaggi Nessun commento

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Ennesima conquista Unesco per la Repubblica Ceca: ora il Cristallo di Boemia è Patrimonio dell’Umanità

Il bottino Unesco della Repubblica Ceca sale in un batter d’occhio a ben 18 tra siti e beni immateriali. Un vero e proprio record, soprattutto se rapportato alle dimensioni del Paese. Ancora fresco il riconoscimento alla cittadina di Zatec e al suo raro luppolo, è di questi giorni la notizia che il Cristallo di Boemia, anche il rinomato e delicato vetro degli imperatori, entra a gran diritto nell’ambita Lista Mondiale.

Il Cristallo di Boemia: arte antichissima

Quella della lavorazione del vetro in Cechia è una maestria unica, dalle origini antichissime e, da sempre, Cristallo di Boemia è sinonimo in tutto il mondo di arte, classe e raffinatezza.

il-cristallo-di-boemia-e-patrimonio-dellumanita

Nel Paese ancora oggi storiche aziende e botteghe tradizionali perpetuano una produzione di straordinario valore, non solo artistico.

Non giunge quindi inaspettata la notizia, appena battuta, che anche l’autorevole mano protettiva dell’Unesco è scesa su un mestiere immemore, la cui solidità è inversamente proporzionale alla fragilità dei suoi prodotti.

Da sempre consapevole dell’unicità delle sue creazioni in vetro, di cui da secoli ospita -secondo “ricette” e gestualità antiche- ogni singola fase della produzione (aspetto, questo, che più di tutti ha motivato la scelta Unesco), la Cechia già da tempo promuove un itinerario turistico dedicato.

Muovendosi lungo la Valle del Cristallo (Crystal Valley), tra fabbriche, atelier, laboratori artigianali, musei, mostre, esposizioni ed eventi speciali si scoprono tutti i segreti di questa antica arte, letteralmente brillante che nei secoli è andata ben oltre i favolosi calici e bicchieri che ornavano le tavole dei re.

Dai trofei per i Campionati sportivi mondiali a gioielli dalla raffinata trasparenza, dalle sculture artistiche fino al sarcofago per la regina Margherita II di Danimarca, passando per il top design soprattutto in fatto di illuminazione, non si ha idea di cosa possa uscire dalle fornaci, ma soprattutto dal talento dei mastri vetrai cechi.

Il pregio e la meraviglia del cristallo di Boemia si esaltano in un inebriante gioco di colori e riflessi con le lampade e i lampadari.

il-cristallo-di-boemia-e-patrimonio-dellumanita

La loro produzione iniziò nella regione ceca nel 1728 con pendoli sfaccettati che arredavano gli interni più lussuosi. La caratteristica di questi lampadari è quella di essere realizzati completamente in vetro e di avere i pendenti di varie forme.

Lungo l’itinerario si svela anche un’altra magia del settore, tutta ceca: le delicate e luccicanti perline di vetro soffiato, ancora assolutamente artigianali e a loro volta sotto tutela Unesco.

www.visitczechia.com,

Redazione