Lacrime di Chios: una linfa sorprendente

chios

Articoli da CorrelatiArticoli Correlati

Chios, l’isola di Omero

Lacrime di Chios: una linfa sorprendente.

Chiosanticamente detta Scio (in greco Χίος, Chios) è l’isola greca dell’Egeo orientale, nota per i suoi paesaggi mozzafiato e per il clima mite. Ma oltre le bellezze paesaggistiche, i blu profondi di cielo e mare, la dolcezza del sole e dell’aria, è celebre nel mondo per la produzione della Mastica derivante dalla coltivazione di alberi belli quanto singolari della specie Pistacia lentiscus. La Lacrime di Chios: una linfa sorprendenteresina del lentisco, anche conosciuta con il nome di ‘lacrime di Chios’ per il suo aspetto simile a goccioline liquide, una volta essicata al sole diventa dura e traslucida. Masticandola si ammorbidisce, trasformandosi in gomma bianca dal gusto rinfrescante e balsamico. Materia prima per la produzione di chewingum, dentifrici e alimenti, è utilizzata in cosmetologia e, dal 2015, è stata riconosciuta cura naturale per le sue proprietà.

Chios, splendida terra emersa nel Mediterraneo, divenuta parte dell’Impero bizantino prima e dell’Impero latino poi, fu ceduta ai Genovesi che ne sfruttarono le potenzialità incentivando proprio la produzione e il commercio del suo oro vegetale. La storia dell’isola vide numerosi e drammatici avvicendamenti al potere, ma mantenne sempre viva la tradizione di questa sorprendente linfa. Ecco perché oggi può ancora celebrare un patrimonio tanto singolare.Lacrime di Chios: una linfa sorprendente

Per farlo, ha dato vita al Museo della Fondazione Culturale Gruppo Banca Pireos, costruito presso il borgo medievale di Mastixoxoria con la finalità di divulgare la straordinarietà del prodotto, tutt’oggi determinante nell’economia del Paese. L’imponente architettura, perfettamente armonizzata con l’ambiente, si sviluppa in una superficie oltre tremila metri quadri ed è costruito sopra un’area di 12 acri di terreno.

Orgogliose del loro storico primato, Chios e la Grecia intera si sono dimostrate favorevoli all’insediamento della struttura museale, sostenuta fin dal principio da tutta la popolazione e in modo speciale dall’Associazione produttori di Chios e invitano i visitatori a conoscere la tradizione e l’evoluzione di questa materia prima veramente singolarewww.visitgreece.gr

Lacrime di Chios: una linfa sorprendentetesto di Maria Marinoni – www.scrittoitaliano.it 

Maria Marinoni

Informativa cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Clicca sul bottone Accetta per accettarne il loro utilizzo. Altrimenti è possibile cliccare sul bottone Rifiuta per continuare la navigazione senza che alcun dato venga inviato a Google Analytics.